MUSICA IN VILLA 2013


 

LUGLIO 05

MUSICA IN VILLA 2013

13ma edizione: un’estate di eventi speciali!


14 ville x 14 concerti x 14 comuni: questa è la formula su cui è stata costruita la 13ma edizione di Musica in Villa, conosciuta e apprezzata rassegna musicale ideata, organizzata e promossa dal Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli.
La manifestazione, che prenderà il via venerdì 12 luglio in Villa Occhialini a Villaorba di Basiliano, si articola infatti in 14 concerti di grande qualità e fascino ospitati in 14 ville e dimore storiche del Medio Friuli per lo più di proprietà privata, e quindi non fruibili normalmente dal pubblico, ciascuna ubicata in uno dei 14 comuni aderenti al Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli. Tutto questo in una perfetta combinazione di musica e luoghi allo scopo di valorizzare e far conoscere le bellezze di un intero territorio attraverso la musica proposta da ottimi musicisti (grandiosi professionisti!), molti dei quali sono vanto e tesoro prezioso della nostra stessa regione.
Elementi di spicco dell’edizione sono i tanti appuntamenti proposti in esclusiva, in quanto appositamente pensati o ospitati per/da Musica in Villa, e la notevole eterogeneità e trasversalità di generi e repertori, situazione questa voluta e cercata sia per far luce sul continuo dialogo tra generi musicali, che spesso vengono tenuti ben distinti quasi fossero mondi non comunicanti, sia per far scoprire al sempre numeroso e attento pubblico nuove vie e nuovi ascolti soddisfando anche la varietà dei gusti.
Anche quest’anno non mancheranno poi alcuni momenti collaterali alla manifestazione. Nello specifico si tratta delle animazioni di lettura “Bambini in Villa”, il cui tema è legato ai repertori musicali o ai luoghi ospitanti; di percorsi di scoperta alle sedi dei concerti e, per la prima volta, di un paio di “opening act”, cioè dei momenti pre-concerto dedicati ad alcuni giovani musicisti in erba – allievi di alcuni dei riconosciuti istituti musicali presenti nel Medio Friuli – che si sono già particolarmente distinti.
Musica in Villa 2013 è realizzata con il sostegno della Provincia di Udine, della Banca di Credito Cooperativo di Basiliano e della Banca di Credito Cooperativo della Bassa Friulana e in collaborazione con l’Associazione Culturale Colonos di Villacaccia di Lestizza, i lettori volontari dei Comuni dell’Unione del Cuore dello Stella e della Biblioteca Civica di Flaibano, la Nuova Scuola Diocesana di Musica di Varmo e la Scuola di Musica Città di Codroipo.

Ecco, in dettaglio, il programma dell’intera rassegna.


Villaorba di Basiliano
Venerdì 12 luglio 2013 – ore 21 – Villa Occhialini – in caso di maltempo Pista di Pattinaggio di Orgnano

Spirit of Jazz
Antonio Onorato chitarra
Barbara Errico voce
Simone Serafini contrabbasso
Maurizio Pagnutti batteria
Antonio Onorato nasce come chitarrista jazz. Il suo percorso si amplia negli anni e si concentra sulla ricerca e fusione degli stilemi armonico-melodici del linguaggio della sua cultura d'origine, quella napoletana, con la musica afro-americana, medio-orientale e brasiliana che lo hanno portato ad individuare un linguaggio del tutto personale. In questa particolare esibizione, Onorato eseguirà soprattutto i pezzi forti del suo repertorio mediterraneo insieme a brani originali del jazz classico, accompagnato da Barbara Errico, una delle voci più belle del panorama jazzistico friulano, dal contrabbassista Simone Serafini e dal batterista Maurizio Pagnutti. Il risultato finale è un originale ed eccellente suono che coinvolge, entusiasma ed emoziona. La sua chitarra è messaggera di pace e amore e lotta contro le ingiustizie del mondo.


Castions di Strada
Sabato 13 luglio 2013 – ore 21 – Corte Municipale – in caso di maltempo Sala San Carlo

Orchestra a Plettro Sanvitese
Domenico Furci, Francesca Valtingojer, Manuela Bellomo primi mandolini
Christine Teulon, Joan Wilkins, Lucia Momi, Saduar Suboupha secondi mandolini
Antonio Damiani, Roberto Verona mandole
Alberto Marchioni, Mario Santilli, Salvatore Rosati, Tiziana Pauletto chitarre
Giuseppe Cecatto contrabbasso
Giovanni Sperandio direttore

L’Orchestra a Plettro Sanvitese nasce nel 1969. Attualmente l’orchestra è composta da oltre 12 elementi, provenienti dal Triveneto ed è diretta dal maestro Giovanni Sperandio, che ha impresso un nuovo e personale indirizzo alle esecuzioni. Il gruppo opera secondo uno spirito amatoriale sviluppando il proprio repertorio musicale in un clima di amicizia e di gratuità e promuove la conoscenza del mandolino e della musica per i plettri. Sono diverse centinaia i concerti all’attivo del gruppo in Italia e all’estero e due i cd registrati. L’Orchestra, oltre alla musica originale per strumenti a plettro, presenta un repertorio classico e produzioni di autori contemporanei. E’ ben inserita nel mondo mandolinistico nazionale ed è membro della Federazione Mandolinistica Italiana.


Mereto di Tomba
Venerdì 19 luglio 2013 – ore 21 – Casa Someda De Marco – in caso di maltempo Sala Teatro ex Gil

Sebastian Di Bin in concerto
Sebastian Di Bin pianoforte

Sebastian Di Bin, pianista friulano pluripremiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali, con un ricco curriculum di apparizioni televisive, presenze radiofoniche, incisioni e attività didattica, calca ormai da più di venti anni i più prestigiosi palcoscenici di tutto il mondo, sia in qualità di solista sia accompagnato da prestigiose orchestre, avendo condiviso la scena quando aveva appena dieci anni con Luciano Pavarotti, entrambi ambasciatori per meriti artistici dell’Unicef. Una carriera già lunga, intensa e piena di successi, che non finisce mai di sorprendere e che tuttavia ha lasciato inalterata l'essenza dell'artista: un musicista che sa intrattenere ed educare magnificamente con la sua arte e con la quale è estremamente piacevole intrattenersi. Musiche di Liszt, Chopin, Skrjabin.
Mortegliano
Domenica 21 luglio 2013 – ore 21 – Parco Centro Civico Davide Paroni - in caso di maltempo Palestra Comunale

Verdi e Wagner tutto d’un fiato! Nuovi suoni per i due giganti della Musica a duecento anni dalla nascita
Quintetto a fiati della Filarmonica del Friuli Venezia Giulia
Tiziano Cantoni flauto
Claudia Pavarin oboe
Nicola Bulfone clarinetto
Dario Braidotti fagotto
Andrea Liani corno

È destino che Giuseppe Verdi e Richard Wagner, i giganti dominatori del teatro in musica che si divisero l'800, si spartiscano anche l’anniversario della nascita: il 1813. I nostri antenati si accapigliarono sul primato dell'uno o dell'altro, divisi in partiti e appoggiati anche da editori rivali, pronti a negare valore all'opera dell'avversario. Ci soccorre però una lettera del 1863 dello stesso Verdi che, saputo che due giovani musicisti, Franco Faccio e Arrigo Boito, erano caldi ammiratori di “Vagner”, scrisse alla loro protettrice e sua amica Clarina Maffei: “Nulla di male, purché l'ammirazione non degeneri in imitazione. Vagner è fatto ed è inutile rifarlo. Vagner (…) è un uomo di molto ingegno che si piace delle vie scabrose”. Il Quintetto a fiati della Filarmonica del FVG, formazione di grande duttilità ed enorme varietà timbrica, si propone in questa occasione quale agile strumento per celebrare, con alcuni brani tratti dalle opere più note, i due grandi Maestri.


Flambro di Talmassons
Domenica 28 luglio 2013 – ore 21 – Villa Savorgnan – in caso di maltempo Auditorium Polifunzionale di Talmassons

Enrico Crivellaro band
Enrico Crivellaro chitarra e chitarra baritono
Piero Taucher pianoforte e organo hammond
Simone Serafini basso elettrico
Carmine Bluisi batteria

Non è certo una sorpresa che gli ultimi due album di Enrico Crivellaro, Freewheelin’ e Mojo Zone, si trovino spesso nei negozi di musica accanto a Chet Atkins e Eric Clapton sullo scaffale dedicato ai "guitar heros". Una vetrina del tutto appropriata per una chitarra dal suono potente che riesce ad essere allo stesso tempo raffinata ed esplosiva, tanto da spingere Enrico Crivellaro alle alte sfere del blues. La definizione di “guitar hero” potrebbe non essere in armonia con la natura semplice e la genuina devozione alla musica di Enrico Crivellaro ma serve a descrivere puntualmente un chitarrista che si è guadagnato fama internazionale grazie a uno stile che unisce Blues con Jazz e American Roots Music, tanto da essere considerato tra i più influenti della sua generazione. Decine le recensioni entusiastiche di Freewheelin’ e Mojo Zone, tra cui quella della prestigiosa rivista specializzata americana Downbeat che scrive di "ispirazione, sentimento ipnotico e delicatezza emotiva" quali caratteristiche che, unite a una "tecnica stellare", permetteranno a Enrico Crivellaro di "conquistare l’America blues".

Villacaccia di Lestizza
Giovedì 01 agosto 2013 – ore 21 – Ai Colonos

Cjants e danzis (la villotta friulana)
Lino Straulino cister, tamburo altoadriatico, torototela, tamburo a frizione, aggeggi e voce
Stefano Montello aggeggi e voce

Un concerto appositamente ideato per Musica in Villa questo di Lino Straulino e Stefano Montello, noti musicisti-affabulatori friulani da sempre interessati all’indagine storica musicale nell’ambito della tradizione friulana, che presentano un percorso incentrato sulla villotta friulana: dalle sue origini alle sue peculiarità e caratteristiche, da come si è sviluppata dal canto patriarchino aquileiese, ancora ricca di suggestioni medio-orientali, a come si è poi affermata tra il popolo, soprattutto tra i contadini, che l'hanno colorita e caratterizzata attraverso dei testi di grande bellezza legati ai temi dello scorrere della vita quotidiana (l'amore, la guerra, l'addio, l'abbandono ecc.). Il tutto accompagnato dal suono di antichi strumenti, sempre di origine contadina, come il cister, molto simile alla “godine” suonata da Ermes di Colloredo, il “bogul” (torototela) e il “gudu-gudu” (tamburo a frizione).

L’appuntamento, proposto in collaborazione con l’Associazione Culturale Colonos di Villacaccia di Lestizza, è inserito anche nella rassegna Avostanis 2013


Passariano di Codroipo
Venerdì 02 agosto 2013 – ore 21 – Cappella Villa Manin

Furlana, forlana, furlane!
Il Gene Barocco
Candida Bargetto soprano
Gregorio Carraro flauto dolce, traversiere e oboe
Kerstin Frödin flauto dolce e oboe
Michela Gardini violoncello
Fabiano Merlante tiorba e chitarra barocca
Daniele Rocchi clavicembalo e ghironda

La furlana è una danza in ritmo ternario, giocosa, di carattere popolaresco che ebbe grande successo nella Francia del diciottesimo secolo. Le prime testimonianze di musica popolare friulana fuori dall’Italia si hanno nel 1583, quando i balli “furlani" soprannominati L'arboscello e la Putta nera furono pubblicati nella Chorearum molliorum collectanea di Pierre Phalèse il Giovane e nell’intavolatura per organo di Jakob Paix . Questo non fu che l’inizio di un successo che si protrasse per tutto il 1600 fino alla prima metà del 1700. Il genere friulano divenne talmente proprio del linguaggio francese che Bach lo inserì come movimento nella Suite per orchestra BWV1066, in stile francese. Il successo d’oltralpe del ballo venne poi ulteriormente testimoniato dai numerosi esempi di autori illustri che lo inserirono nelle loro Opéra-ballet.


Camino al Tagliamento
Domenica 4 agosto – ore 21 – Villa Savorgnan Minciotti – in caso di maltempo Teatro Comunale

Robert Schumann e la Hausmusik
Lucia Zazzaro viola
Federica Tavano violoncello
Andrea Martinella oboe
Francesco Gioia pianoforte

Nel 1849, anno che Schumann definì in una lettera all’amico Hiller come il suo più fruttuoso, il Maestro si rifugiò totalmente nel lavoro che era per lui l’antidoto ai terribili eventi della vita. In questo contesto, compose i brani proposti per l’occasione, eseguiti da quattro musicisti appartenenti alla neonata orchestra “AUDiMuS”, e definiti come appartenenti all’Hausmusik: un genere di repertorio coltivato nel privato della casa borghese e inteso come mezzo per innalzare la consapevolezza culturale di chi la pratica. Un fenomeno tipicamente Biedermeier, che prevede il ritirarsi dal tumulto degli eventi esterni nello spazio più santificato, quello interno della casa.


Driolassa di Teor
Giovedì 08 agosto 2013 – ore 21 – Palazzo Strassoldo – in caso di maltempo Polifunzionale di Teor

Wild Bread 4tet
Daniele D’Agaro sax tenore e clarinetti
Mauro Ottolini trombone e conchiglie
Giovanni Maier contrabbasso
Cristiano Calcagnile batteria

Un quartetto di assi, con un repertorio ricco di proprie composizioni, brani dimenticati dalla New Orleans tra ottocento e novecento, rivisitazioni della musica Kaseko del Suriname, la musica Kwela del Sud Africa, per esprimere una visione a 360 gradi del mondo dell'improvvisazione. E tale visione è testimoniata dall’omonimo cd Wild Bread edito da Punto Rojo nel 2012. Mauro Ottolini, dopo anni nell'orchestra dell'Arena di Verona e una lunga esperienza in gruppi reggae e funk, suona ora con Vinicio Capossela, Enrico Rava e dirige il proprio gruppo Sousaphonix. Daniele D'Agaro, vincitore del referendum della critica italiana "Top Jazz" nel 2007 e 2008, fa parte (assieme allo stesso Ottolini) del Franco D'Andrea Three e dirige la sua Adriatics Orchestra. Giovanni Maier, contrabbassista ormai senza confini, abbina alla didattica una serie infinita di collaborazioni con i più noti musicisti jazz mentre Cristiano Calcagnile svolge un’eterogenea attività musicale con rappresentativi musicisti rock e jazz.


Redenzicco di Sedegliano
Domenica 11 agosto 2013 – ore 21 – Piazza Redentore – in caso di maltempo Teatro Comunale Plinio Clabassi di Sedegliano

Uno sguardo verso il cielo…
Tony Pagliuca pianoforte
Giovanni Floreani cister, cornamuse e voce
Lorenzo Marcolina clarinetti e gaita
Giuliano Michelini chitarra elettrica, live electronics

Uno sguardo verso il cielo… è un progetto nato dall’incontro fra Tony Pagliuca, ex tastierista e fondatore del gruppo Le Orme e ora sempre più esploratore dell’anima, e Giovanni Floreani, musicista di origine veneta ma ormai friulano di adozione. Il repertorio prevede l’esecuzione di brani storici de Le Orme riarrangiati (alcuni in forma solo strumentale, altri anche in versione cantata) accanto a un percorso particolarmente suggestivo che accorpa antichi canti liturgici aquileiesi e richiami allo storico e creativo periodo Prog, in un mix magico di citazioni nelle composizioni e nelle rivisitazioni di antiche melodie modali, di suoni midi e analogici, di sonorità contemporanee e tradizione.

ore 19 - Percorso guidato alla scoperta degli affreschi della Chiesa di San Giovanni Battista


Flambruzzo di Rivignano
Giovedì 22 agosto 2013 – ore 21 – Villa Badoglio

Moderne Stravaganze: progetto Bach
Antonino Puliafito violoncello
Rudy Fantin pianoforte, fender rhodes

Moderne Stravaganze: progetto Bach nasce dalla curiosità di due musicisti (Antonino Puliafito, violoncello dell’Orchestra della Fondazione Teatro La Fenice di Venezia, e Rudy Fantin, pianista jazz) per l’opera di Bach: compositore che espresse in maniera inarrivabile il senso del divino in musica. Fu certamente ad opera sua che nacquero le regole dell’armonia e del contrappunto. Altra forma di composizione scelta da Bach fu quella della suite. E le prime tre suites per violoncello solo, scritte tra il 1717 e il 1723, sono il centro di questo concerto che, avvicinandosi in forma originale alle opere, non ne tocca il testo originale e porta ad interagire il violoncello con il pianoforte (e non solo) in una composizione che non nasce per essere accompagnata. Ma quello di Rudy Fantin non è un semplice accompagnamento, bensì un supporto unico che diviene improvvisamente scena di armonie aperte, di improvvisazioni tematiche e anche di interessanti unisoni. Solo una musica così “alta” può permettere questo.

ore 19 – BAMBINI IN VILLA. Animazione di lettura a cura dei lettori volontari dei Comuni dell’Unione del Cuore dello Stella

ore 19 - Percorso guidato alla scoperta di Villa Badoglio


Canussio di Varmo
Sabato 24 agosto 2013 – ore 21 – Villa Beltrame – in caso di maltempo Chiesa Parrocchiale San Michele Arcangelo

Fiabe e leggende dell’est a 4 mani
Matteo Andri, Ferdinando Mussutto pianoforte

Il 29 maggio 1913, al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, veniva rappresentato per la prima volta il balletto Le Sacre du Printemps, su musica di Igor' Stravinskij. Nonostante la rappresentazione si concludesse con un cocente insuccesso, quest'opera radicalmente nuova si è poi rivelata un avvenimento fondamentale nella storia della musica. Nel centenario della prima esecuzione il duo pianistico Andri -Mussutto propone un programma che prevede la suite Sheherazade di N. Rimsky – Korsakov, compositore che tra i primi intuì e favorì il talento di Stravinsky, e La Sagra della Primavera stessa, nella versione a quattro mani. In queste due opere, pietre miliari della musica russa a cavallo tra '800 e '900, fiabe, leggende e riti pagani dell'ex Impero Sovietico hanno costituito la fonte d'ispirazione per i due compositori.

ore 20.45 – opening act: Giada Beltrame, Asia Andrea Mauro pianoforte


Sterpo di Bertiolo
Giovedì 29 agosto 2013 – ore 21 – Villa Colloredo Venier – in caso di maltempo Auditorium Comunale di Bertiolo

Cristina Donà in concerto
Cristina Donà chitarra e voce
Saverio Lanza chitarra e tastiere

All’inizio ci furono gli studi accademici e una passione ardente per la musica, il cinema, l’arte: oggi la voce e le canzoni di Cristina Donà sono sinonimo di un lungo, paziente, unico e felice percorso artistico di cantautrice. Notata nei primi anni novanta da Manuel Agnelli degli Afterhours, debutta con l’album Tregua nel 1997, che vince la Targa Tenco. Si susseguono poi splendide le prove d’autrice di Nido (1999) con Robert Wyatt; Dove Sei Tu (2003) prodotto da Davey Ray Moor; Cristina Donà (2004) pubblicato in inglese in tutto il mondo; La quinta Stagione (2007) prodotto da Peter Walsh; Piccola faccia (2008) raccolta dei brani più amati del suo repertorio. Il 2009 e 2010 sono gli anni della maternità e dell’avvio della collaborazione con Saverio Lanza, con cui condivide, per la prima volta, la composizione della parte musicale dei brani che daranno poi origine all’album Torno a casa a piedi (2011).


San Odorico di Flaibano
Giovedì 05 settembre 2013 – ore 21 – Villa Marangoni Masolini - in caso di maltempo il concerto viene rimandato a sabato 7 settembre

Go west
Giorgio Cozzutti pianoforte

Go west è il titolo originale di un film muto uscito nel 1925, scritto, diretto e interpretato dall’indimenticabile Buster Keaton. Go west è anche il titolo di questo concerto, appositamente ideato per Musica in Villa, che prevede una proiezione di grande effetto cinematografico del film abbinata ad un originale accompagnamento dal vivo al pianoforte proposto da Giorgio Cozzutti. Pianista, direttore della Scuola di Musica Città di Codroipo, fondatore e presidente in carica dell’associazione MUSICAINRETE che riunisce le principali scuole di musica ad indirizzo orchestrale della Provincia di Udine, Giorgio Cozzutti affianca ad un’intensa attività didattica in qualità di professore di pianoforte e di direzione corale e orchestrale una sfaccettata e ricca esperienza concertistica come solista e in formazioni originali e varie.

ore 19 – BAMBINI IN VILLA. Animazione di lettura a cura dei lettori volontari della Biblioteca Civica di Flaibano

ore 20.45 – opening act: Sebastiano Gubian pianoforte


_______________________________________________________________________
MUSICA IN VILLA è un’iniziativa Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli

con il sostegno di
Provincia di Udine
Banca di Credito Cooperativo di Basiliano
Banca di Credito Cooperativo della Bassa Friulana

in collaborazione con
Associazione Culturale Colonos di Villacaccia di Lestizza
Lettori volontari dei Comuni dell’Unione del Cuore dello Stella e della Biblioteca Civica di Flaibano
Nuova Scuola Diocesana di Musica di Varmo
Scuola di Musica Città di Codroipo

Si ringraziano i proprietari delle ville e dimore private per la preziosa disponibilità e collaborazione

Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli

Direzione artistica e organizzativa: Gabriella Cecotti
Assistenza tecnica: Angel’s Wings di Nico Odorico, Giulio Gallo
Progetto grafico: Graphistudio di Gian Carlo Venuto
Fotografie: Luca d’Agostino, Elia Falaschi / Phocus Agency per Musica in Villa Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli
Stampato da Poligrafiche San Marco su carta certificata FSC Fedrigoni Freelife Vellum Cream

Essere il Progetto Integrato Cultura significa appartenere a quel gruppo di 14 comuni del Medio Friuli che elaborano e realizzano progetti e percorsi culturali assieme, perché non c’è senso nel crescere da soli
pic@comune.codroipo.ud.it
tel. 0432824681
www.picmediofriuli.it
ospitalità: www.turismomediofriuli.it


 

 

Documentazione scaricabile

MANIFESTO [application/pdf - 0,67MB]

i

 

Dimensione: 0,67MB

Formato: application/pdf

Scarica questo file

LIBRETTO [application/pdf - 0,82MB]

i

 

Dimensione: 0,82MB

Formato: application/pdf

Scarica questo file

 

 

torna indietro