Biblioteca di Genere/ Donna


Dove: Biblioteche del Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli

 

MAGGIO 09

Biblioteca di Genere/ Donna
clicca sull'immagine per ingrandire

“BIBLIOTECA DI GENERE/
DONNA”
9 – 22 maggio 2015

Prenderà avvio il 9 maggio, alle ore 20.45 in Biblioteca Civica a Camino al Tagliamento, con la replica dello spettacolo teatrale “AYSHA (un frammento d’Africa)” di e con Aida Talliente – stupenda attrice pluripremiata a livello nazionale -, la nuova edizione della rassegna BIBLIOTECA DI GENERE / DONNA”, quest’anno dedicata alle donne e al femminile, ideata, promossa e organizzata dal Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli con il sostegno della Provincia di Udine e della Banca di Credito Cooperativo Basiliano.
“BIBLIOTECA DI GENERE” è nata nel 2011 con l’obiettivo di valorizzare il vasto e importante patrimonio librario presente nelle biblioteche del Medio Friuli. Grazie al contributo offerto dai numerosi ospiti che vi prenderanno parte, la rassegna si propone di analizzare “la donna e il femminile”: un soggetto, un tema, un genere quanto mai articolato, vasto, sfaccettato, non facile e trattato nelle forme più diverse sui libri e nel campo delle arti. Scrittrici, ricercatrici, giornaliste, musiciste, attrici, artiste offriranno al pubblico il loro punto di vista, uno dei tanti possibili, sul femminile, sull’importanza di essere donna e sulle difficoltà che questo comporta nella nostra
società, su quanto questo genere implica: storie lontane e vicine, quotidiane o dimenticate, di valore e/o valorizzazione, di violenza, di fondamentali apporti storici e sociali e di potenzialità che faticano troppo spesso a emergere ed esprimersi, spunti, riflessioni – che non hanno in alcun modo la pretesa di essere esaustivi – saranno al centro di conversazioni, dialoghi e appuntamenti che avranno come interlocutori degli uomini, a loro volta giornalisti, ricercatori, attori. Particolare attenzione sarà infine rivolta ai più piccoli, alle bambine ed ai bambini che saranno i protagonisti di un percorso articolato in quattro animazioni sul tema della differenza e del rispetto della differenza di genere, progettato e condotto dall’artista Lussia di Uanis (Lucia Pinat), che verrà ospitato in quattro diverse
biblioteche del Medio Friuli.
Un calendario molto ricco, quindi, quello di “BIBLIOTECA DI GENERE / DONNA”, strutturato in un totale di nove appuntamenti, che troveranno per lo più sede nelle biblioteche dei Comuni aderenti al Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli, con ospiti graditissimi AIDA TALLIENTE, ELENA COMMESSATTI, PAOLO MEDEOSSI, MARISA SCUNTARO, LORENZO FABBRO, ELISABETTA POZZETTO, LORENZO MARCHIORI, MASSIMO SOMAGLINO,LUSSIA DI UANIS.

Ecco nel dettaglio il programma - da non perdere - dell’intera rassegna (ingresso libero a tutti gli appuntamenti):

sabato 09 maggio 2015, ore 20.45 - Biblioteca Civica Camino al Tagliamento
AYSHA (un frammento d’Africa)
di e con Aida TALLIENTE, attrice
disegno luci Luigi BIONDI

Lo spettacolo, patrocinato da Amnesty International, nasce da una storia vera. Il racconto è infatti dedicato ad una ex ragazza soldato che vive in Costa d'Avorio, conosciuta da Aida Talliente grazie a un progetto che da anni si occupa di reinserimento sociale e lavorativo delle ex ragazze soldato delle città di Abidjan e Bouakè. Nasce anche dal desiderio di elaborare uno studio sulla figura di Medea intesa come archetipo: donna sapiente che viene sradicata dalla sua terra concreta e mitica per essere portata in un luogo senza centralità ed umanità ed esserne, poi, bandita. Questa Medea emerge da un mare di carta straccia, da rive abbandonate e da un deserto di macerie ed immondizia. Racconta la sua storia ad una bambola-figlia costruita con la stessa immondizia, conducendola in un viaggio attraverso i ricordi. Aysha, come Medea, arriva infine a compiere infanticidio distruggendo la sua piccola bambola, come chi non è più soltanto vittima della violenza ma ne diventa complice e partecipe.

giovedì 14 maggio 2015, ore 18.30 – Biblioteca Civica “Paolo Solimbergo”
RivignanoTeor
FEMMINE UN GIORNO
Elena COMMESSATTI, scrittrice e giornalista, conversa con Paolo MEDEOSSI, giornalista

Una storia inedita, realmente accaduta: dal 1971 al 1989 sono state uccise a Udine e dintorni 15 donne, la maggior parte prostitute, donne dimenticate dalla società, abbandonate a se stesse. Soltanto nel 1995, tramite un'analisi del medico legale, si è arrivati a ipotizzare che 4 di questi delitti siano stati effettuati da un'unica mano. Questa vicenda è rimasta sepolta per anni, perché non è facile avere a che fare con il male come vicino di casa. Elena Commessatti la racconta nelle pagine di Femmine un giorno tramite Agata Est, personaggio di fantasia, investigatrice per caso e per tradizione familiare, che, come un moderno - e dubbioso - Virgilio, conduce lettori ed ascoltatori nei meandri di questo mistero ancora irrisolto e forse troppo dimenticato.

venerdì 15 maggio 2015, ore 18.30 – Biblioteca Civica Castions di Strada
DINDARINE DINDARONE: la memoria delle donne
Marisa SCUNTARO, insegnante, musicista e ricercatrice, conversa con Lorenzo FABBRO, ricercatore

Marisa Scuntaro da anni svolge un’intensa attività di ricerca e riscoperta delle tradizioni, della cultura, della musica e dei canti della nostra regione. Il risultato di questo lungo percorso è la raccolta di un patrimonio della memoria e di memorie le cui depositarie sono, nella maggioranza dei casi, fiere, anziane donne friulane. Patrimonio che è storia e appartenenza perché parla di origini e di radici. Dindarine dindarone si colloca in questo contesto e rappresenta un piccolo viaggio dentro i suoni presenti nella nostra regione ricca di lingue e culture differenti, fra le ninne nanne, le tiritere, le filastrocche che nel corso degli anni hanno accompagnato bambine e bambini nei loro sonni e sogni e nei loro giochi: un’eredità difficile da scovare ma per fortuna non ancora del tutto perduta.

giovedì 21 maggio 2015, ore 18.30 – Biblioteca Civica “Don Gilberto Pressacco” Codroipo
LA MIA PATRIA È IL MONDO INTERO
Elisabetta POZZETTO, giornalista e scrittrice, conversa con Lorenzo MARCHIORI, giornalista

Argentina, Madagascar, Stati Uniti, Hong Kong, Utrecht, Lugano ma anche Roma, Milano o Padova. Le storie delle venti protagoniste di questo libro, intervistate dalla giornalista Elisabetta Pozzetto, sono state raccolte ai quattro angoli del mondo e sono racconti di donne speciali. Un filo rosso le unisce: sono nate e si sono formate in Friuli Venezia Giulia e, spesso sconosciute al grande pubblico italiano, sono invece straordinariamente apprezzate fuori dal nostro Paese. Le interviste, accompagnate dalle fotografie di Luca Laureati e Ulderica da Pozzo, fanno emergere il tratto essenziale del volume: si tratta di racconti di donne che, citando Luca Telese nell’introduzione, “sono tutte creative, tutte molto intellettuali e tutte aperte all’ingegno, alla riflessione, al colpo d’ala”.

venerdì 22 maggio 2015, ore 20.45 – Cortile Pro Loco Vileuàrbe (in caso di maltempo Circolo Arci CRAL)
LINA, NILDE E LE ALTRE (una ricerca teatrale sulle donne della Costituente)
di e con Massimo SOMAGLINO, attore e regista

Lina Merlin, Nilde Iotti, Teresa Noce, Rita Montagnana, Angela Maria Guidi, Elisabetta Conci sono alcune delle ventuno donne che il 2 giugno 1946 furono elette a far parte della Assemblea Costituente, che diede vita alla Costituzione Italiana, ancora oggi, e con tenacia, in vigore. Quale fu il loro apporto? Da dove venivano? Per quali vie arrivarono sui banchi del Parlamento nella prima elezione democratica dopo il fascismo? A queste domande cerca di rispondere questo lavoro. E attraverso queste figure femminili l’indagine si allarga ad un prima e ad un dopo. Dalla lunga vicenda del voto alle donne, dalle suffragette alla beffa di Mussolini, fino alle scatenate femministe degli anni ’70 ed alle quote rosa dei tempi attuali. E qual è la condizione della donna oggi? Quanto pesa nella politica italiana, al 50° posto nel mondo per presenza femminile? Una ricerca teatrale storica e civile che presenta una sola sorpresa: è fatta da un uomo.

STORIE DELLA LUPA
animazioni di lettura per bambine e bambini della scuola primaria sul tema della differenza di genere
a cura di Lussia di Uanis, artista

Fiabe, miti e storie offrono un sapere e una comprensione che aguzzano la nostra vista in modo tale da permetterci di riprendere e di distinguere il sentiero tracciato dalla nostra natura selvaggia. La lupa racconta infatti storie non inquinate dalla cultura circostante e sepolte dall'addomesticamento eccessivo: uomini e donne alle prese con le forze misteriose e magiche della natura, impersonate da creature possenti, da spiriti e dalla natura stessa. Nella voce della lupa il sussurro della forza primitiva e istintuale porta a conoscere individui unici e meravigliosi pronti alle prove che la vita pone a tutti nel suo magico scorrere. Immedesimarsi in loro porta ad una visione che canta canzoni antiche, ritmate dal tamburo del cuore, dell'amore e del coraggio necessario per correre e sentire la vita. Le Storie della lupa sono tratte dal libro Donne che corrono con i lupi di Clarissa Pinkola Estés.

lunedì 18 maggio 2015, ore 17.00 – Biblioteca Civica “Pietro Someda De Marco” Mereto di Tomba
martedì 19 maggio 2015, ore 17.00 – Biblioteca Civica Flambro di Talmassons
venerdì 22 maggio 2015, ore 17.00 – Biblioteca Civica Varmo
sabato 23 maggio 2015, ore 10.00 – Biblioteca Civica Lestizza
______________________________________________________________
BIBLIOTECA DI GENERE / DONNA
è un’iniziativa
PROGETTO INTEGRATO CULTURA DEL MEDIO FRIULI
con il sostegno di
Provincia di Udine
Banca Credito Cooperativo Basiliano
in collaborazione con
Sistema Bibliotecario del Medio Friuli e Biblioteca Civica “Paolo Solimbergo” di
RivignanoTeor
direzione artistica e organizzativa: Gabriella Cecotti
ideazione grafica: Giulia Spanghero
stampa: Poligrafiche San Marco Cormòns
supporti di comunicazione realizzati su carta Revive Pure Natural FSC

Essere il Progetto Integrato Cultura significa appartenere a quel gruppo di 13 comuni del Medio Friuli che elaborano e realizzano progetti e percorsi culturali assieme, perché non c’è senso nel crescere da soli.
pic@comune.codroipo.ud.it
www.picmediofriuli.it
tel. 0432824681

ingresso gratuito


 

torna indietro